Academy Awards, in scena una sobria eleganza

Dopo la gaffe di Beatty, il fascino misurato delle star per questa edizione degli Oscar

La gaffe
Di questi Oscar 2017 è stato praticamente scritto di tutto. Ma ancora, da quell’ormai mediaticamente lontano 26 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles, l’edizione numero 89 pare non sia caratterizzata da altro che dall’ormai leggendaria gaffe di Warren Beatty. Che, insieme a Faye Dunaway proclama il film vincitore: La La Land.
Tutto come da copione: complimenti, abbracci, lacrime, standing ovation. Non fosse però che il nome scritto sulla busta è sbagliato: “It’s not a joke”, continuano a ripetere dal palco, non è uno scherzo. Il vero vincitore è infatti Moonlight: complimenti da parte di tutti, anche, ovviamente, dai “falsi vincitori”, che se non altro un minimo di comprensibile stordimento devono pur averlo provato.

Semplicità sul red carpet
Archiviata questa gaffe – di cui a parer nostro si è parlato probabilmente abbastanza – la parola d’ordine sul red carpet è stata una: semplicità. Un’edizione all’insegna di un’eleganza sobria, che fa presa perché mai è sopra le righe.
Chi si aspettava di vedere stranezze da star in pieno stile hollywoodiano, per questa edizione almeno ha dovuto accontentarsi di una semplicità forse un po’ banane, forse un po’ scomparsa.

Colori chiari
Complice forse l’attesa della bella stagione, i colori chiari sono stati un must che ha unito molte dive, da Emma Stone a Nicole Kidman, con un abito che sembra brillare direttamente dal suo corpo, senza bisogno di tessuto.
E c’è chi non ha rinunciato però all’intramontabile e sempre impeccabile nero.

Doppioni no: ma molto simili
Non si sono visti abiti identici, sul red carpet. Qualche capo di ispirazione molto simile, invece, sì: è accaduto agli abiti in pizzo rosso di pizzo rosso Ruth Negga e Ginnifer Goodwin, ma anche alle mise black  and white di Emma Roberts e Michelle Williams. E ancora al pizzo, stavolta nero, che ha avvolto sia Salma Hayek che Alicia Vikander.
Le star coinvolte possono però tirare un sospiro di sollievo: se ne saranno accorti in pochi, tutti presi com’erano galla gaffe di cui sopra.

Nelle foto: la parola d’ordine per questa edizione degli oscar: eleganza discreta (foto Vanity Fair)

Comments are closed.