E voi, di che Pasqua siete?

La natura rinasce, il palato si inebria: il benvenuto alla prima festa di primavera

Quella di Pasqua è, a prescindere dal tempo che farà, la prima grande ricorrenza che segna l’inizio della bella stagione. Ma anche dei “ponti primaverili”, tra dolce far niente e la voglia di risvegliarsi ai primi raggi di un sole un po’ più caldo. Siete pronti?

A tavola in azzurro
Se nei prossimi giorni volete osare e sorprendere amici e parenti con una tavola inedita, e già con un occhio all’estate, non perdetevi la collezione Riviera appena appena… sfornata dallo storico marchio francese Le Creuset.
Una storia lunga, che inizia nel lontano 1925, nel Nord della Francia a Fresnoy-le Grand, con gli utensili da cucina fatti a mano, facendo colare la ghisa in stampi di sabbia. Oggi il procedimento è rimasto invariato, ma il brand ha saputo tenere il passo con i tempi. La collezione si ispira alle tonalità del mare di Saint Tropez, con dei preziosi accorgimenti che combinano la materia alla modernità del design: gli interni sono in smalto bianco lucido, i pomoli in acciaio lucido e l’esterno nell’irresistibile color Blu Riviera. Ne rimarrete incantati.

La dolce Siena
C’è chi, invece, di imbandire la tavola di Pasqua non ne vuole proprio sapere e preferisce lasciarsi coccolare dal bisogno di “staccare la spina” dalla routine.
La risposta si trova a pochi passi da Siena, a Castel Monastero, antico rifugio medievale di pace e silenzio, poi dimora di campagna della nobile famiglia Chigi e successivamente romantico borgo della campagna Toscana. Sentirete convivere un passato glorioso e un presente che si sposa perfettamente con l’atmosfera circostante, nel cuore del Chiantishire, tra vigneti, boschi e campi che sembrano usciti dal pennello di Giotto. L’unico sforzo che vi verrà richiesto sarà quello di preparare le valigie per il ritorno a casa!

Cioccolata di classe
Che siano uova fondenti, bianche, al latte, grandi o piccole, o ancora praline e tavolette, una Pasqua senza cioccolata non esiste.
E per stupire con eleganza chi amate, ecco le dolcezze di Armani nelle sue mille declinazioni, colomba compresa. Esclusivo il packaging, che riprende una fantasia della maison con fiori stilizzati nei toni del grigio ghiaccio e rosso corallo. Le confezioni, sigillate da una coppia di cordoncini bicolore, hanno una microtexture effetto seta con perlatura in superficie dal morbido effetto luminoso e sono impreziosite da un leggerissimo fiore di tulle. Non sarà soltanto il palato, a inebriarsi: prima si tutto gli occhi e il tatto.

Nelle foto: la tavola di Pasqua firmata Le Creuzet; emozioni di primavera a Castelmonastero; l’elegante dolcezza del cioccolato Armani

Comments are closed.